mercoledì 22 ottobre 2008

Un mondo antico che è morto e sepolto

Nel decumano di Milano, verso la piazza del Santo Sepolcro, strizzo gli occhi nello scuro degli angoli più bui e mi sembra di vedere, dietro alle grate delle cantine di vecchie case diroccate, ombre di fantasmi diafani di vecchi romani in tunica bianca e sandali di cuoio.
E mi pare, ma forse è un'ombra fugace o un'illusione dei miei occhi stanchi, che anche loro strizzino miopi i loro occhi millenari senza più vita per spiare con meraviglia dall'ombra delle tombe dimenticate questi moderni esseri umani camminare spavaldi sui vecchi marciapiedi di pietre squadrate.
E guardo sbigottito sulla strada moderna di questa Milano abitata di barbari, mamme vestite come bambine e bambine vestite come puttane passare ridendo fra ombre ormai mute di un mondo antico che è morto e sepolto.

5 commenti:

Kevin ha detto...

Buongiorno, signore Marinetti!
Questo è Kevin.

Senta, Papà spesso dice "le donne sono tutti le puttane"!
E ride. Ma chi sono le puttane??
Ho provato a chiedere al Papa ieri, e quando gliel'ho chiesto
ha detto "Chiedi a tua madre. Lo sa molto meglio di me".
Non so perche, ma non vorrei chiederlo alla Mamma.
Mi pensavo che Lei, Signore Marinetti,
potrebbe aiutarmi. Chi sono le puttane?

Grazie e buonagiornata.

Kevin

Marinetti ha detto...

Temo che il padre abbia ragione: conviene chiedere alla mamma...
Ma a volte basta vestirsi in un certo modo per sembrare puttana senza esserlo. Sei d'accordo?

Anonimo ha detto...

può essere che tu m'abbia visto,passavo di lì.
Ero l'unica ragazzina vestita da signora.
A' mon avis, i romani se la ridono di gusto della nostra stupidità.
alexyr

Marinetti ha detto...

Non ho dubbi, Alexyr, che saresti l'unica signora in um mondo "grossier". Ecco perché seguoi sempre il tuo blog.

Anonimo ha detto...

è un piacere e un onore che t segua il mio blog.
(un giorno o l'altro qualcuno mi schiaffeggerà per quel che scrivo?)
alexyr