lunedì 14 luglio 2008

Spaventosa visione blasfema

Spaventosa visione blasfema di migliaia di sederi nudi enormi di vecchie, allineati oscenamente a formare una massa rosa-giallognola come di dune sabbiose che avanzano inesorabili sospinte da un vento africano e maligno verso il mare blu cobalto.
Spiaggia equatoriale fatta di grasso e cellulite tremolante come budino alla crème caramel caramellato dal sole maligno che tutto brucia e tutto disinfetta definitivamente.
Schiere di migliaia di bagnanti bianchicce stese in riva al mare come legioni fantasma a guardare l'orizzonte vuoto dove un miraggio di fata morgana materializza, riflettendola nei roventi vapori d'una estate allo zenith, l'immagine simulacra della loro antica bellezza e sfiorita e quindi ormai perduta.

Sicut umbra fugit et inexorabilis questo tempo assassino e maligno.

2 commenti:

Spina ha detto...

Posso prendere a prestito parte del tuo post?
Vorrei poterlo rendere al maschile, dove i "sederi" diventano "panze" e la "massa rosa-giallognola" "bruno irsuta stillante nauseabondo sudore"!

FD ha detto...

Wooow...Bravo Marinetti!! Bel colpo!! breve, preciso, severo! Allora..si sente un po di pessimismo misantropico... forse questo e un sfondo del tuo stile!
:D))


(A proposito, buon inizio per una pubblicita anti-cellulitica :D )

Buonagiornata,
FD

P.S. la traduzione inglese sara pronta prestissimo